Droga a casa e in auto, due arresti

I servizi predisposti dalla Questura di Crotone per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno consentito di sequestrare 800 grammi di droga e di trarre in arresto due persone. 

In particolare, durante un perquisizione a casa di un 34enne, gli agenti hanno rinvenuto, nascosti nello scantinato, 121 grammi di marjuana, 23 grammi di hashish, un bilancino elettronico di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Inoltre, durante un servizio di controllo stradale, una volante ha fermato un’auto guidata da un 50enne, nella quale sono stati trovati 600 grammi di hashish. La successiva perquisizione a casa dell’indagato, ha permesso d’individuare un grammo di cocaina e sei manufatti esplosivi illegalmente detenuti. 

Pertanto, il materiale rinvenuto è stato sequestrato, mentre i due uomini sono stati arrestati per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre, il 50enne è stato denunciato anche per detenzione illecita di materiale esplodente.

  • Published in Cronaca

Con le vittorie a Crotone, la CorriCastrovillari è a un passo dai Campionati italiani di Gubbio

Al Cross di Crotone, i ragazzi dei team della CorriCastrovillari hanno dato, ancora una volta, dimostrazione di grande bravura, coesione e spirito di gruppo. Organizzata dalla Scuola di Atletica Krotoniate, il cross ha visto trionfare Francesca Paone nella gara femminile, seguita alla compagna di squadra Rosy Ciccone, alla sua prima uscita con la canotta della CorriCastrovillari. Terzo posto per Morena Sestito della Run4Catanzaro.

Per la gara maschile di 10km, vittoria per Andrea Pranno della Cosenza k42, secondo posto strepitoso per il campione Ahmed Semmah, davanti a Giovanni Auciello; quarto Marco Barbuscio della Marathon CS, seguito da Francesco Curia, Polisportiva Magna Graecia. Sesto posto assoluto di Michelangelo Spingola, con l’ottima prestazione di Sergio di Giorgio della CorriCastrovillari.

Al suo esordio nella categoria Cadetti, Tommaso Gabriele conferma le aspettative della vigilia e vince con forza e determinazione. Secondo posto per Orlando Turco. Nella categoria Eso10, vittoria di Gabriel De Maio che all’appuntamento con la categoria superiore si è fatto trovare pronto, dimostrando di non avere rivali nella campestre.

Nella gara Cadetti e Cadette, grandi risultati di squadra per Anastasia Gattabria che arriva terza e per Matilde Pirillo e Giulia Santella.

Ottima prima gara per i neo atleti Alfonso Ruffolo e Ricky Hu del Team Mirto che, insieme a Nicola Faruku (partito fin troppo veloce), hanno portato a termine il loro compito di squadra. Ludovica Acri vince la categoria Ragazze, grazie anche ad un ottimo lavoro di squadra con Francesca Basile.

Gaetano Beltrano è secondo all’esordio in categoria Ragazzi, riuscendo a gestire una gara con un percorso bello e tecnico creato dalla sapiente azione di Scipione Pacenza e messa in opera dagli amici della Sakro di Crotone, Pino e Carmine Talarico, oltre che di tutta la squadra.

«Siamo molto soddisfatti, anche perché quella di Crotone è stata la prima delle due gare per la categoria assoluti. Le prime due squadre, infatti, vanno di diritto ai Campionati italiani di Gubbio - ha sottolineato il presidente della CorriCastrovillari, Gianfranco Milanese -. Nella classifica femminile siamo primi, mentre in quella maschile secondi. Per Gubbio manca poco, dobbiamo dare il massimo nella prossima gara. Nel Calabria Cross, invece, la CorriCastrovillari è prima sia nella classifica maschile che femminile».

Seppur infortunato, il campione Mimmo Ricatti, neo acquisto della CorriCastrovillari, non ha fatto mancare la sua presenza venendo da Barletta per sostenere tutta la squadra.

Mentre, Serena D’Ingianna si impone a Napoli nei 50m con un tempo di 7.79, avendo la meglio su tante concorrenti altrettanto agguerrite.

Un gruppo coeso ed unito quello della CorriCastrovillari, capace di sostenersi l’un l’altro e che ha fatto dei valori dello sport, quali la lealtà e il fairplay, il proprio punto di riferimento.

Fuochi d’artificio illegali venduti in un negozio, denunciata la titolare

Gli agenti della Questura di Crotone hanno sequestrato 63 chilogrammi di materiale pirotecnico illegale e denunciato una donna di 59 anni.

In particolare, durante un controllo in un negozio, i poliziotti hanno rinvenuto il materiale pirotecnico non commercializzabile da parte di soggetti non muniti della necessaria licenza di ps.

Altro materiale pirotecnico è stato trovato anche nel magazzino dell’esercizio commerciale.

Inevitabile, quindi, il sequestro di quanto rinvenuto e la denuncia della titolare del negozio che dovrà rispondere del reato di commercio e deposito abusivi di materie esplodenti.

  • Published in Cronaca

Addobbi natalizi pericolosi e capi d’abbigliamento contraffatti, sequestrati 390 mila prodotti

I finanzieri del Gruppo di Crotone, durante un servizio di controllo sull’intero territorio provinciale, hanno ispezionato numerosi negozi al fine di verificare la sicurezza dei prodotti commercializzati.

Nel corso delle attività sono stati sequestrati oltre 390 mila prodotti di varia natura non conformi agli standard di sicurezza previsti dalla normativa europea e nazionale, molti dei quali esposti sugli scaffali e quindi immessi in commercio. Fra la merce sequestrata, figurano luminarie per addobbi natalizi ad uso interno ed esterno e decorazioni in tema con le imminenti festività.

Al termine dei controlli, i prodotti risultati non conformi, di valore commerciale complessivo pari a circa 100 mila euro, sono stati sequestrati, mentre le attività commerciali sono state segnalate alla Camera di commercio di Crotone.

Contestualmente, un altro intervento ha permesso di sequestrare centinaia di capi di abbigliamento recanti marchi di alta moda contraffatti, esposti per la vendita in un’attività commerciale, con la conseguente denuncia dell’esercente per le ipotesi di reato di contraffazione e ricettazione.

  • Published in Cronaca

Accende illegalmente fuochi pirotecnici, denunciato

Un crotonese di 20 anni è stato denunciato dalla polizia, per accensione ed esplosioni pericolose.

In particolare, gli agenti, nel corso di un normale servizio di controllo nel quartiere Acquabona, hanno sorpreso il giovane, il quale aveva appena acceso una miccia collegata a tre batterie di fuochi pirotecnici, a pochissima distanza da abitazioni ed alberi, creando una situazione di potenziale pericolo per l’incolumità pubblica.

Pertanto, dopo aver messo in sicurezza gli artifizi pirotecnici e proceduto al loro sequestro, i poliziotti hanno denunciato il responsabile.

  • Published in Cronaca

Scoperto bar abusivo, scattano le sanzioni

La polizia amministrativa della Questura di Crotone ha effettuato una serie di controlli, al fine di verificare il rispetto di norme e regolamenti nello svolgimento di varie attività commerciali.  

In particolare, nel quartiere Acquabona, gli agenti hanno sottoposto a verifica un bar, il cui titolare, sprovvisto della prescritta autorizzazione comunale, esercitava l’attività di somministrazione di alimenti e bevande abusivamente. Pertanto, in seguito alla contestazione della violazione, è stata applicata la prevista sanzione pecuniaria.

Inoltre, nel locale, sono stati rinvenuti e sequestrati quattro totem destinati al gioco, per i quali non era stata rilasciata alcuna autorizzazioni. Anche in questo caso, è stata applicata una sanzioni amministrative. 

  • Published in Cronaca

Sorpreso in sagrestia con indosso abiti talari e paramenti: arrestato

Furto aggravato, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Queste le accuse con le quale un 27enne di nazionalità romena è stato arrestato dalla polizia a Crotone.

L’arresto è avvenuto in una chiesa del centro storico pitagorico, dove gli agenti, intervenuti in seguito a una segnalazione, hanno sorpreso l’indagato, con indosso un abito talare e i paramenti religiosi, intento a rovistare nella sagrestia, dopo aver aperto e danneggiato l’offertorio e un mobile, dal quale avrebbe sottratto i soldi delle offerte e il calice sacerdotale.

Il 27enne, alla vista degli agenti, si sarebbe barricato nella sagrestia. Dopo averlo invitato più volte a uscire, la polizia ha scardinata la porta e bloccato l’uomo con la minaccia di usare la pistola ad impulsi elettrici Taser.

Pertanto, l’indagato che durante la permanenza in sagrestia si sarebbe impossessato, indossandoli, di altri cinque abiti talari, è stato tratto in arresto e associato alla casa circondariale del capoluogo pitagorico.

Va in caserma a minacciare la compagna che lo sta denunciando per maltrattamenti, arrestato

I carabinieri della Stazione di Crotone Principale hanno arrestato, in flagranza, per maltrattamenti in famiglia, un 56enne del luogo.

In particolare, la convivente dell’uomo si trovava in caserma, insieme al figlio 13enne, per denunciare i maltrattamenti subiti, quando sarebbe arrivato l’indagato, il quale, una volta nella sala d’attesa della Stazione, avrebbe iniziato a inveire contro la donna, minacciandola anche di morte. I carabinieri hanno, quindi, bloccato l’uomo, sottoponendolo al test con l’etilometro, dal quale sarebbero emersi valori doppi rispetto a quelli previsti dalla legge.

Le ulteriori verifiche investigative hanno permesso di fare luce sulle presunte vessazioni, per lo più psicologiche, subite dalla donna da diversi anni..

Pertanto, il 56enne è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e contestualmente denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Crotone per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Al termine della attività di rito è stato quindi condotto nella locale casa circondariale di Crotone, dove è stato ristretto in attesa dell’udienza di convalida.

Subscribe to this RSS feed