Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 983

Serra. Avviati primi atti amministrativi e task force per la pulizia del paese

L'amministrazione comunale di Serra San Bruno, dopo la nomina dei nuovi responsabili d'area, ha messo in campo una politica volta alla riorganizzazione di tutto il personale dell’Ente comunale. In tal senso il primo cittadino, Luigi Tassone, unitamente alla squadra di governo e all'ingegner Pisani, ha disposto che, nei prossimi giorni, tutti gli operai comunali siano protagonisti di una serie di interventi sul territorio volti alla riqualificazione straordinaria dell’abitato con particolare riguardo al centro storico e alle vie troppo spesso dimenticate dall’azione amministrativa della passata gestione comunale. L’amministrazione Tassone, pur proseguendo l’azione amministrativa sulla strada già tracciata dal commissario prefettizio Sergio Raimondo, ha messo in campo una vera e propria task force organizzata sulla base di squadre alle quali sono state attribuite delle zone di competenza di cui prendersi cura quotidianamente. L’obiettivo è quello garantire nel più breve tempo possibile la pulizia ordinaria e straordinaria del territorio e la manutenzione degli scorci maggiormente rappresentativi la cittadina della Certosa sia dal punto di vista storico che da quello artistico Il nuovo esecutivo cittadino, inoltre, ha avviato la ricognizione di tutti i mezzi comunali cercando di fare chiarezza sia sul numero che sui luoghi dove essi siano in giacenza.  Un primo dato positivo è stato raggiungo e già dai prossimi giorni, infatti, la politica comunale intrapresa dall’amministrazione comunale ha reso possibile il ripristino in servizio del mezzo di pulizia stradale munito di spazzole aspiranti caduto in disuso ormai da anni. “Nelle prossime settimane – viene specificato in una nota proveniente dal palazzo municipale di piazza Carmelo Tucci - verrà affrontato il problema acqua potabile con l’individuazione delle sorgenti alle quali eventualmente attingere dopo le analisi previste dalla normativa vigente e degli acquedotti che possono essere ripristinati nelle more della risoluzione completa del problema che riguarda l’approvvigionamento idrico autosufficiente”. “Si stratta – è il commento del sindaco Luigi Tassone – di un nuovo modo di approcciarsi alla cosa pubblica dopo anni d’immobilismo durante i quali la cittadina di Serra San Bruno ha accumulato enormi ritardi sotto ogni ambito amministrativo. Per la risoluzione di alcuni dei tanti problemi ereditati che attanagliano la cittadina abbiamo deciso di puntare direttamente sulle competenze dei nostri operai e del personale comunale in generale – spiega Tassone – e siamo certi che  opereranno con grande senso di responsabilità e spirito collaborativo”.

Serra. Giovedì 23 il giuramento del sindaco Luigi Tassone in Consiglio comunale

È stato convocato per giovedì 23 giugno, alle 18, a palazzo Chimirri, il primo Consiglio comunale della nuova esperienza amministrativa. Sette i punti all’ordine del giorno: “Esame degli eletti alla carica di sindaco e di consigliere comunale e delle condizioni di eleggibilità e di incompatibilità di ciascuno di essi”, “Giuramento del sindaco”, “Comunicazioni del sindaco sulla nomina degli assessori e del vicesindaco”, “Elezione della Commissione elettorale comunale”, “Nomina della Commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari”, “Determinazione dei gettoni di presenza e delle indennità di funzione degli amministratori comunali”, “Encomio al dottor Sergio Raimondo, nominato commissario straordinario per la provvisoria amministrazione di questo Ente con decreto del presidente della Repubblica del 9 maggio 2016”.

Serra. Vincente ma non troppo: i difetti del centrosinistra

L’obiettivo è stato centrato: dopo 5 anni il centrosinistra ha riconquistato la guida della cittadina della Certosa facendo sedere sulla principale poltrona del palazzo municipale di piazza Carmelo Tucci il fedelissimo Luigi Tassone. Le previsioni della vigilia sono state rispettate, ma fino ad un certo punto: il largo vantaggio sulla seconda (chiunque fosse) è stato dissipato strada facendo a causa di una chiusura a riccio che si è tramutata nell’assenza di qualsiasi confronto. Non è in discussione il consenso ottenuto sul campo, perchè a quasi 2000 voti non si arriva per caso. Anzi, è il frutto di un “lavoro” quotidiano e capillare basato sulla conoscenza del territorio e dei cittadini. Insomma, Tassone è diventato sindaco perchè l’apparato di partito ha funzionato e perchè i candidati hanno saputo capitalizzare lo scontento nei confronti della passata amministrazione. Alcuni fattori non possono comunque essere ignorati. Il punto di forza, che poi è anche la principale contestazione mossa dagli avversari, è l’ingombrante presenza della storica triade. Il centrosinistra serrese era ieri ed è oggi rappresentato da Bruno Censore, Raffaele Lo Iacono e Giuseppe Raffele. Sul palco, nel corso dei diversi comizi, sono saliti tanti giovani che hanno illustrato il programma e sferrato attacchi ai concorrenti, ma l’essenza della compagine – inutile nasconderlo – sono ancora loro. Sono loro ad “avere i voti”, sono loro a dettare l’agenda politica, sono loro a disegnare la strategia. E fra loro, chi ha maggiore potere decisionale è senza dubbio il parlamentare del PD che ha imposto il suo candidato a sindaco. Lo ha selezionato nel tempo, gli ha aperto la strada, gli ha dato la possibilità di farsi conoscere e lo ha fatto vincere. Luigi Tassone ha affrontato una campagna elettorale a tratti complicata per via del suo ruolo di segretario particolare del consigliere regionale Michele Mirabello (incarico lasciato per dedicarsi completamente all’impegnativa carica di sindaco): le contestazioni, concentrate sull’aspetto concernente la busta paga, sono diventate sempre più pressanti e gli hanno fatto perdere del terreno. Ma non abbastanza da compromettere la vittoria. Forse perché c’è stato chi, senza farsi abbagliare dall’antipolitica, ha capito che Tassone è figlio di lavoratore, da sempre schierato sulla stessa posizione politica. Ora, però, deve dimostrare di saper amministrare senza commettere gli errori che hanno portato alla fine dell’ultima esperienza del centrosinistra, quella che vide sindaco Lo Iacono.

Comitato di Rappresentanza, gli auguri di Caligiuri a Tassone, Rodolico, Pannia e Scaturchio

Sabato scorso presso la sala Consiliare del Comune di Vibo Valentia, la Conferenza dei Sindaci, presieduta da Carmelo Nobile, ha proceduto alla elezione dei componenti del Comitato di Rappresentanza, nelle persone di: Giuseppe Rodolico (sindaco di Tropea), Luigi Tassone (sindaco di Serra San Bruno), Michele Pannia (sindaco di San Gregorio d’Ippona) e Raffaele Scaturchio (sindaco di Dasà). Ai quattro eletti si aggiunge il sindaco del Comune di Vibo Valentia Elio Costa che entra di diritto. “Desidero formulare i più fervidi auguri di buon lavoro - ha dichiarato il direttore generale dell’Asp Angela Caligiuri - ai componenti del Comitato di Rappresentanza, nella convinzione che si aprirà una nuova stagione di confronti e di operatività tra Conferenza dei sindaci e Asp con l’obiettivo comune di migliorare la qualità dei servizi sanitari. È necessario avviare un proficuo percorso di collaborazione e un nuovo programma di lavoro con i sindaci della Provincia di Vibo Valentia – ha concluso - per essere all’altezza dei gravosi compiti che ci aspettano, tra cui la costruzione del nuovo ospedale di Vibo, e vincere così, la sfida per realizzare una sanità di qualità e a misura d’uomo”.

Serra, Luigi Tassone eletto nel comitato della conferenza dei sindaci

Il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone insieme ai primi cittadini di Tropea Giuseppe Rodolico, di Dasà Raffaele Scaturchio e di San Gregorio d’Ippona Michele Pannia sono stati eletti questa mattina presso il palazzo municipale di Vibo Valentia dall'assemblea dei sindaci del Vibonese nel comitato di rappresentanza della Conferenza dei sindaci. Il sindaco di Vibo Valentia, Elio Costa, vi entra di diritto. Il comitato eleggerà al suo interno un presidente che assumerà anche la presidenza della conferenza dei sindaci. Tra le numerose funzioni in ambito sanitario vi è quella di designare un componente del Collegio dei revisori dell’azienda sanitaria.

 

 

Serra. Al via l’era Tassone: passaggio di consegne con il commissario Raimondo

Ha avuto luogo, presso la sala giunta del palazzo municipale di piazza Carmelo Tucci, il passaggio di consegne fra il commissario prefettizio Sergio Raimondo - alla guida dell’ente dopo le dimissioni contestuali di 7 consiglieri che hanno posto fine all’esperienza Rosi – ed il nuovo sindaco Luigi Tassone, uscito vincitore dalla competizione elettorale di domenica scorsa. Il primo cittadino, sottolineato il lavoro svolto dal commissario negli ultimi due mesi, ha avviato la sua azione amministrativa secondo le linee guida contenute nel programma presentato agli elettori.

Il neo sindaco Luigi Tassone ospite oggi di "On the news"

Le urne allestite nelle sette sezioni cittadine nella giornata di domenica 5 giugno scorso per le Amministrative 2016, hanno premiato la lista "La Serra rinasce" con ben 1939 preferenze, equivalenti a poco più del 42% degli elettori che si sono recati al voto. Un risultato che vede, dunque, Luigi Tassone nuovo sindaco di Serra San Bruno. E proprio il neo Primo Cittadino sarà ospite di una puntata speciale di "On the news", in onda sulle frequenze radiofoniche di RS98, eccezionalmente alle ore 17.30 di oggi, martedì 7 giugno. In studio, nel programma condotto da Antonio Zaffino, anche i giornalisti Salvatore Albanese e Brunello Vellone. E' possibile seguire la puntata anche in streaming all’indirizzo: www.rs98.it. Per gli interventi tramite sms o whatsapp è disponibile il numero 324 833 1898. Per quelli in diretta telefonica è attivo il numero 0963.71669.

Jlenia Tucci sfida Tassone e Barillari: “Confronto in piazza con i giornalisti”

“Affinchè i cittadini possano consapevolmente scegliere a chi affidare il compito di guidare Serra San Bruno per i prossimi 5 anni, è necessario che siano direttamente informati su tutte le proposte che dovranno valutare”. È quanto afferma la candidata a sindaco della lista “In alto volare – Serra pulita” Jlenia Tucci, secondo la quale “i serresi devono conoscere le idee, i progetti e i valori che caratterizzano coloro che si propongono di amministrare la nostra cittadina. È dunque opportuno un pubblico confronto fra i 3 candidati a sindaco – sostiene - da svolgersi nei prossimi giorni in una delle piazze centrali alla presenza di tutti i giornalisti di Serra San Bruno che potranno rivolgere tutte le loro domande. La democrazia è infatti innanzitutto confronto: è giusto che la popolazione conosca le proposte politiche e programmatiche delle liste in campo e giudichi sulla base delle informazioni fornite dai protagonisti della sfida elettorale. Attendo una pronta adesione al mio invito – conclude Tucci - da parte dei candidati Luigi Tassone e Alfredo Barillari e auspico la più ampia partecipazione popolare all’incontro”.

 

Subscribe to this RSS feed