Reflui oleari sversati in un fiume, denunciato il titolare di un frantoio

I carabinieri forestali di Locri (Rc), con il supporto dei colleghi delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia, hanno scoperto un frantoio oleario nel comune di Locri che scaricava, senza alcun trattamento, le acque reflue di lavorazione direttamente nell’alveo della fiumara Gerace.

I militari, nel corso dei controlli, hanno notato delle condutture collegate ad un pozzetto di scarico di acque bianche che, all’ispezione, esalava l’odore tipico delle acque di vegetazione, sottoprodotto fortemente inquinante del processo di molitura delle olive. Da un esame più approfondito è emerso che la conduttura convogliava i reflui direttamente nel corso d’acqua.

Inevitabile, quindi, il sequestro della conduttura e la denuncia del titolare del frantoio - un trentasettenne di Locri - che dovrà rispondere del reato di scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione.

  • Published in Cronaca

Continuano gli sbarchi d’immigrati in Calabria, fermati sette scafisti

Sette persone, ritenute responsabili di tre distinti sbarchi avvenuti nei giorni scorsi nei porti di Roccella Ionica (Rc) e Reggio Calabria, sono stati sottoposti a fermo dalla polizia e dalla guardia di finanza.

In particolare, le fiamme gialle e gli agenti del Commissariato di Siderno hanno fermato due uzbechi, ritenuti responsabili dello sbarco di 46 persone, avvenuto il 9 dicembre scorso e due siriani, ritenuti responsabili dello sbarco di 105 extracomunitari, avvenuto l’8 dicembre scorso.

Analoga attività è stata svolta dalla Squadra mobile di Reggio Calabria e dalla guardia di finanza, che hanno sottoposto a fermo tre cittadini turchi, ritenuti responsabili dello sbarco di 86 immigrati, avvenuto il 6 dicembre scorso presso il porto della città dello Stretto.

Tutti gli immigranti clandestini sono stati denunciati per l’ingresso illegale nel territorio nazionale, mentre i fermati sono stati associati alle case circondariali di Locri e Reggio Calabria Arghillà.

  • Published in Cronaca

Sorpresa a rubare i soldi delle offerte dalla chiesa, arrestata

I Carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica (Rc) hanno denunciato in stato di libertà una 45enne, accusata di furto aggravato.

In particolare, la donna si sarebbe resa responsabile di alcuni furti commessi in una chiesa di un paesino della Locride, nella quale era addetta alle pulizie.

L’indagata è stata fermata dai militari dell’Arma i quali, fingendosi fedeli, l’hanno sorpreso ad aprire gli offertori e a impossessarsi delle banconote presenti al loro interno.

  • Published in Cronaca

Individuati 76 migranti arrivati in Calabria, arrestato uno scafista

I carabinieri della Stazione di Roccella Jonica (Rc) hanno rintracciato 76  migranti curdi, giunti in Calabria con un’imbarcazione battente bandiera tedesca.

In particolare, i militari, in seguito ad alcune segnalazioni al 112, hanno raggiunto il litorale di Camini, dove hanno avvistato un veliero alla deriva, ad un centinaio di metri dalla battigia, con numerose persone a bordo.

Dopo aver fermato il presunto scafista - V.E, 23  anni, di nazionalità kirghisa – i militari hanno allertato la capitaneria di porto di Roccella Ionica e la polizia di Stato di Siderno che, insieme alla protezione civile, hanno attivato il protocollo sbarchi.

Il natante è stato quindi trainato fino al porto di Roccella Ionica, dove i migranti sono sbarcati per poi essere trasferiti in autobus presso una struttura del posto per le operazioni d’identificazione e sottoposizione ai tamponi per il coronavirus.

Il presunto scafista, invece, è stato tradotto nella casa circondariale di Locri.

  • Published in Cronaca

Marijuana in casa, 28enne in manette

I carabinieri della Stazione di Roccella Jonica (Rc) hanno arrestato un cittadino pakistano A.M.K.M, di 28 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

In particolare, durante un controllo in contrada Calcinara, i militari, insospettiti dall'insolito movimento di persone, hanno deciso di perquisire la casa dell'extracomunitario, nella quale hanno rinvenuto 14 dosi di marijuana, 340 euro presumibilmente derivanti dall’attività di spaccio, due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in stato d’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Incendio devasta azienda che produce infissi

Incendio in un'azienda di Roccella Ionica, attiva nella lavorazione del legno e nella produzione d'infissi. Le fiamme, divampate, intorno alle 6 di ieri mattina, hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco di Siderno, Bianco e Polistena.
 
Le operazioni di spegnimento si sono rivelate piuttosto complesse, tanto più che il rogo, sviluppatosi al terzo piano di un immobile, ha reso necessario il ricorso ad 
un'autoscala e ad un carro bombole, per i ricambi delle bombole d’aria indispensabili per permettere ai pompieri d'avvicinarsi alle aree invase dal fumo. 
 
L’intenso lavoro condotto dai vigili del fuoco ha permesso di confinare l’incendio al terzo piano, dove i danni sono stati notevoli, evitando, comunque, che le fiamme si 
propagassero agli altri due piani nei quali i macchinari ed i materiali presenti non hanno subito danni.
  • Published in Cronaca

Pistole e vespe di dubbia provenienza, un fioraio finisce nei guai

 I carabinieri della locale Compagnia e dei Cacciatori di Calabria hanno arrestato Domenico Marrapodi, 39 anni, fioraio di Roccella Jonica (Rc), accusato di porto e detenzione illegale d'armi.

In particolare, nel corso di un servizo di controllo, i militari hanno fermato un furgone in transito in una stradina di campagna, in località "Franciullo" di Roccella Jonica.

Al momento del controllo, il conducente del veicolo non è riuscito a trovare valide risposte alle domande poste dai carabinieri che hanno deciso di perquisire il mezzo.

I sospetti degli uomini dell'Arma si sono rivelati fondati, infatti, sotto uno dei sedili è stata trovata una pistola Browning Arms Compamy calibro 22, con 15 proiettili calibro 7,65.

I carabinieri hanno, quindi, deciso di perquisire anche l’abitazione di Marrapodi, rinvenendo, in una stalla, poggiata su un tavolo da lavoro, una pistola Police calibro 8, priva di matricola e smontata in più parti.

Inoltre, in un garage in uso alla famiglia del 39enne sono state trovate 5 Vespe Piaggio d’epoca, di cui: tre di proprietà di un 54enne, sprovviste di targhe e documenti e pertanto di dubbia provenienza, una di proprietà di un 26enne e una di proprietà dello stesso Marrapodi, entrambe con telaio punzonato.

Pertanto, dopo l'arresto con l’accusa di ricettazione, porto e detenzione illegale di armi da sparo, per il fioraio si sono aperte le porte del carcere di Locri .

  • Published in Cronaca

Vittime e superstiti calabresi del naufragio del Maria P

Vittime

Squillace Giuseppe fu Gaetano, di anni 37, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), vaticale.

 Basile Maria di Francesco, di anni 49, nata a Fuscaldo (Cosenza), filatrice.

Mazzei Anna Maria (figlia), d'anni 14, nata a Fuscaldo (Cosenza).

Francesco (figlio), di anni 7, nato a Fuscaldo (Cosenza).

Varano Ilario Cosmo fu Domenico, di anni 33, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), fuochista.

Dario Caterina (maglie), nata a Roccella Jonica, (Reggio Calabria).

Elvira (figlia), di anni 3, nata a Roccella Jonica (Reggio Calabria).

Scofani Antonio fu Pietro, di anni 54. nato a Fascaldo (Cosenza), giornaliera.

Varano Domenico, di mesi 11, nato a Roccella Ionica, (Reggio Calabria).

Davoli Carmela, di anni 44, nata a Taverna, (Catanzaro), filatrice.

Cosentino Umberto, (figlio), di anni 14, nato a Taverna, (Catanzaro) e Rosa, (figlia), di anni 0, nata a Taverna, (Catanzaro).

Schiripa Alfonso, di anni 47. nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria), contadino.

 Pelleg:ino Carmine fu Domenica, di anni 43, nato a Campana (Coseaza) contadino.

Angieri Agesilao, di anni 28, nato a Lattarico, contadino.

Amberti Filomena, di anni 35, nata a Fiumefreddo (Cosenza), domestica.

Marino Amalia, di anni 57, nata a Paola (Cosenza), contadina.

Gerlando Giovanni, di anni 32, nato a Paola (Cosenza), contadino

Graziadio Angelo, di anni 23,nato a Castrovillari,contadino.

Mancini Luigi. di anni 40, nato a Castrovillari, contadino

Bastardo Santo, di anni 22. nato ad Acri, sarto.

Giannitello Antonio. di anni 13, nato a Castrovillari. contadino.

Giannitello Leonaro, di anni 16, nato a Castrovillari contadino

Balzimo Pasquale, di anni 28, nato a Lungro, contalino.

De Luca Marietta, di anni 13, nata a Lungro, contadina.

Scida Antonio, di anni 23, nato a Tropea, contadino.

Villani Giuseppe, di anni 21. nato a Scalea, contadino.

Barrillà Salvatore, d'anni 43, nato a Spilinga, contadino

marco ambrosio, di anni 33 firmo, Cosenza

Pistininzi tommaso di anni 13, Arena

Pistininzi Giuseppe. di anni 41 nata ad Arena domestico.

Martellotta Pietro, di anni 23, nato ad Acquappesa, calzolaio.

Ferrari Camillo, di anni 13, nato al Acquappesa, calzolaio.

 

Passeggeri superstiti

 

Tomeo Giuseppe di Andrea, di anni 24, nato a Nicotera

Ferraro Francesco di Antonio, di anni 27, nato a Nicotera

Tomeo Damenico, di Andrea di anni 22, nato a Nicatera

De Felice Fortunato di Fortunato, di Anni 26. nato a Nicotera

Tarsi Damenico di Saverio,di anni 24 nato a Scalea

Provenzano Giuseppe di Salvatore, di anni 32, nato a Paola

Garofalo Antonino di Ignoti, di anni 17, nato a Guardia Piemontese

Buonasorte Giuseppa, di Raffaele, di anni 52, nato a Tropea

Mosacchi Raffaele, di Agastino, di anni 41, nato a Falconara Albanese

 

Marinai superstiti

Ciccarello Leonardo, nato 175, Matricola 7673, di Pizzo.

Lavalle Roberto, classe 1905, Matricola 7321, di Pizzo.

Subscribe to this RSS feed