Tonno Callipo ko con onore al Pala Panini. Giallorossi sconfitti 3-1

Skrimov in attacco contro il muro emiliano (foto Modena  Volley) Skrimov in attacco contro il muro emiliano (foto Modena  Volley)

Esce a testa alta la Tonno Callipo dal tempio della pallavolo italiana, il Pala Panini di Modena.

È un match lottato quello contro l’Azimut Leo  Shoes, dal quale, dopo quasi due ore di gioco, è uscita vittoriosa la  compagine di casa al cospetto di una Tonno Callipo che ha fornito una  prestazione tutta cuore, oltre a mostrare sprazzi di ottima pallavolo. 

Tutto ciò, però, non è bastato ai giallorossi di coach Bagnoli per  portare almeno qualche punto a casa dalla trasferta emiliana. Vinto il  primo set, e seppur lottando nel corso della partita, Marra e compagni  si sono dovuti arrendere in quattro parziali.

Al fischio d’inizio  Bagnoli schiera Zhukouski al palleggio, Al Hachdadi opposto, Vitelli e  Mengozzi al centro, Skrimov e Strohbach in posto 4, Marra libero. Dopo  le prime fasi di studio, è Zhukouski a mettersi in mostra con due ace  consecutivi.

La partita viaggia sui binari dell’equilibrio, poi nel  finale è Skrimov a far mettere la freccia ai suoi che si portano avanti  20-23. La Tonno Callipo conserva il vantaggio e conquista il set 22-25  dopo l’errore di Zaytsev in attacco.

Nel secondo set Modena mantiene  sempre qualche punto di vantaggio, anche se la Tonno Callipo lotta su  ogni pallone e riceve ad inizio set gli applausi scroscianti del Pala  Panini dopo una miracolosa difesa.

I ragazzi di coach Bagnoli sono più  fallosi e Modena si porta avanti sul 15-9 e mantiene il vantaggio  praticamente inalterato fino al termine del parziale (25-18). E’ una  bella partita anche nel terzo set con le due squadre che non si  risparmiano; Modena prova ad allungare, ma la Tonno Callipo rintuzza  sempre. Poi nella parte centrale gli emiliani allungano prima 14-11 e  poi trovano il 20-14 dopo l’ace del palleggiatore olandese Keemink.

I giallorossi provano a rientrare, ma Modena chiude i giochi ancora sul  25-18. Nel quarto set Marra e compagni si portano avanti di un break,  poi Urnaut impatta sul 7-7. Si gioca punto a punto, prima che la battuta  di Keemink crei sempre qualche grattacapo alla Tonno Callipo che va  sotto di 2-3 lunghezze. Nel finale l’allungo di Zaytsev e compagni ed è  proprio l’opposto azzurro a mettere a terra il pallone finale del 25-20.

AZIMUT LEO SHOES MODENA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1  (22-25, 25-18, 25-18, 25-21)

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Bednorz 11, Pierotti, Rossini (L), Zaytsev 26,  Holt 4, Anzani 7, Urnaut 14, Kaliberda 2, Keemink 4. Non entrati:  Benvenuti (L2), Van Der Ent, Pinali, Lusetti, Mazzone. Allenatore:  Velasco

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 3, Marra (L), Vitelli 7,  Marsili, Skrimov 13, Barreto Silva 1, Al Hachdadi 20, Strohbach 5,  Mengozzi 6, Lopez. Non entrati: Cappio (L2), Domagala, Presta.  Allenatore: Bagnoli ARBITRI: Pozzato e Frapiccini

DURATA SET: 29’, 30’, 22’, 28’. Tot. 109’.

NOTE: spettatori 4447. Azimut Leo Shoes Modena: bs 18, ace 5, ric. pos.  38%, att. 54%, muri 5. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 21, ace  6, ric. pos. 47%, att. 45%, muri 5.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.