Scoperto un laboratorio per il confezionamento dell'eroina, due fratelli in manette

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria hanno tratto in arresto due fratelli, D.P. e A.P., di 52 e 50 anni, di Cassano all’Ionio con l’accusa di detenzione d’ingenti quantitativi d'eroina.

In particolare, i militari sono entrati in azione dopo aver notato movimenti sospetti in un terreno agricolo, in contrada Caccianova di Cassano all’Ionio.

È scaturita, quindi, una perquisizione durante la quale, in un magazzino, è stato rinvenuto un vero e proprio laboratorio per la divisione ed il confezionamento dell’eroina.

Nel locale gli uomini dell'Arma hanno trovato: un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, un coltello sporco di stupefacente, un martello utilizzati per il taglio della sostanza, diverse confezioni in plastica con oltre 250 grammi d'eroina.

Contemporaneamente un'altra squadra di carabinieri ha bloccato uno dei due fratelli mentre era intento a scavare, con una zappa, una buca, nella quale era stato posto un barattolo con altri 250 grammi d'eroina.

Dopo aver sequestrato la droga e un apparato di videosorveglianza che monitorava gli accessi al casolare di campagna dove si trovava il laboratorio per il confezionamento e la divisione dell’eroina, i militari hanno arrestato i due fratelli, i quali, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Castrovillari. 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.