Tenta di disfarsi della marijuana durante un controllo dei carabinieri: arrestato

I carabinieri della Stazione di Crotone hanno tratto in arresto F.L., 32enne disoccupato del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’uomo, durante un controllo dei militari, ha cercato, invano, di disfarsi di un sacchetto contenente 35 grammi di marijuana, gettandola sotto l’auto con la quale viaggiava in compagnia di altri tre suoi amici.

Prontamente recuperato lo stupefacente, i militari hanno proceduto ad un’accurata perquisizione, rinvenendo nel veicolo anche un bilancino di precisione.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Nascondeva 3 Kg di marijuana nella sua bottega, artigiano finisce in manette

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone hanno arrestato un quarantenne, T.D., del luogo, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari, durante un servizio dedicato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato una perquisizione presso il laboratorio in cui l'uomo svolge l'attività di artigiano, rinvenendo, celati all’interno di un bidone di plastica, tre chilogrammi di marijuana.

Terminate le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Picchiato e derubato di un'auto per non aver pagato un debito, tre persone in manette

Tre persone, M.N. di 27 anni, M.D. (52) e P.C. (47), rispettivamente padre e suocero di M.N., sono state arrestate dagli uomini della questura di Crotone con l'accusa di aver picchiato un uomo e rubato un'auto.

In particolare, gli agenti sono intervenuti in seguito ad una rapina compiuta lungo la SS106, ai danni di un concessionario.

A dare l'allarme è stato un cittadino bulgaro, il quale ha dichiarato di essere stato raggiunto presso l'autosalone in cui lavora da quattro persone che lo hanno aggredito e malmenato, prima di portare via una Fiat 500 parcheggiata nel piazzale.

Una volta avviate le ricerche, i poliziotti hanno rintracciato il veicolo rubato ed i presunti autori dell'aggressione. 

Dalle indagini è emerso che all'origine di quanto accaduto ci sarebbe un debito che la vittima aveva maturato con uno degli aggressori, il quale recatosi presso il concessionario insieme ai suoi parenti per chiedere conto del suo credito, avrebbe colpito il suo debitore con calci e pugni.

Infine, forti delle loro pretese, i quattro si sarebbero appropriati della Fiat 500 esposta nel piazzale.

Durante le indagini gli agenti hanno identificato in B.A. di 36 anni, il quarto componente della spedizione punitiva.

I tre presunti aggressori sono stati, quindi, dichiarati in stato di fermo e condotti in carcere.

 

Due commercianti arrestati per furto d'energia elettrica

Due commercianti, P.A. e G.F.A, rispettivamente di 53 e 66 anni, sono stati arrestati a Crotone per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

In particolare, durante i controlli effettuati nei negozi degli arrestati, i poliziotti, supportati da personale tecnico della società di distribuzione, hanno riscontrato la presenza di allacci abusivi alla rete elettrica. 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Evade dagli arresti domiciliari, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone hanno arrestato un venticinquenne del luogo per evasione.

In particolare, l’uomo è stato sorpreso dai militari mentre circolava per le vie cittadine, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari.

Terminate le formalità di rito, il giovane è stato risottoposto alla medesima misura presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida. 

  • Pubblicato in Cronaca

Viola gli obblighi della sorveglianza speciale, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Crotone hanno arrestato un venticinquenne di Crotone per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.

In particolare, l’uomo si è presentato all’ingresso del Comando provinciale carabinieri di Crotone e, senza addurre motivazioni, in modo minaccioso ha intimato al militare di servizio di aprire il cancello, violando così le prescrizioni impostegli.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Oltre 1,6 Kg di marijuana rinvenuta in una casa abbandonata

Ammonta a poco meno di un chilo e settecento grammi la marijuana rinvenuta in una casa abbandonata a Crotone.

A fare la scoperta sono stati i poliziotti della locale questura che, durante un servizio di controllo, hanno trovato la droga nascosta in un’intercapedine ricavata in una parete.

Dopo aver sequestrato la droga, gli agenti hanno avviato le indagini per cercare di dare un volto al responsabile dell'occultamento.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Condannato a 10 anni per un omicidio commesso da minorenne, arrestato

I carabinieri della Compagnia di Crotone hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro a carico del trentunenne del luogo C.A..

L’uomo dovrà scontare una pena di anni 10 e 6 mesi di reclusione, perché riconosciuto colpevole, tra l’altro, di omicidio aggravato in concorso, maturato nell’ambito della guerra di mafia che ha interessato la provincia pitagorica nei primi anni duemila e segnatamente l’omicidio dell’allora quarantatreenne Salvatore Blasco, consumato a Cutro il 22 marzo 2004 a colpi di arma da fuoco.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Catanzaro.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS