Sbarco di 487 immigrati in Calabria, egiziano arrestato per reingresso irregolare in Italia

Un 34enne di nazionalità egiziana, sbarcato presso il porto di Crotone lo scorso 11 marzo, insieme ad altri 486 immigrati, è stato arrestato dalla Squadra mobile pitagorica, per reingresso irregolare nel territorio nazionale.

Grazie al rilevamento delle impronte digitali ed alla conseguente comparazione con le precedenti acquisizioni dattiloscopiche presenti nella Banca Dati, procedura cui vengono sottoposti, a cura della polizia scientifica, tutti gli extracomunitari che giungono sul territorio, è stato possibile accertare che l’indagato, nel giugno del 2022, era stato colpito da decreto di espulsione emesso dal prefetto di Torino.

Alla luce delle risultanze degli accertamenti, atteso che il cittadino extracomunitario ha fatto rientro sul territorio nazionale prima del previsto termine di 3 anni, come emerso dalle attività dell’ufficio immigrazione, è stato tratto in arresto, ed associato preso la locale casa circondariale.

  • Published in Cronaca

Contrabbando di sigarette elettroniche, sequestrati oltre 220 mila pezzi

I finanzieri del Comando provinciale di Crotone hanno effettuato un'operazione finalizzata alla lotta al contrabbando delle sigarette elettroniche monouso, meglio note come “e-cig”.

Il loro fenomeno di vendita è in rapida ascesa, dal momento che, da qualche tempo, rappresentano una vera e propria moda e con grande facilità, anche attraverso i negozi virtuali, riescono ad entrare nel mercato legale, dove vengono vendute direttamente ai giovani consumatori che così fanno un uso eccessivo di nicotina.

In particolare, le fiamme gialle della Tenenza di Cirò Marina hanno ispezionato diversi negozi di prodotti per fumatori e di generi di monopolio, ubicati nel territorio cirotano.

I controlli hanno consentito di sottoporre a sequestro, in relazione alla quantità di nicotina di volta in volta riscontrata, oltre 220 mila pezzi, tra sigarette elettroniche, filtri e cartine, posti in vendita in assenza della prescritta autorizzazione dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

L’assenza del necessario contrassegno di Stato ed il quantitativo di nicotina riscontrato nelle e-cig sequestrate hanno determinato l’applicazione della disciplina sanzionatoria penale prevista dal Testo unico delle leggi doganali per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Infatti, la normativa speciale di settore prevede l’integrazione dell’illecito penale nel caso in cui le condotte di detenzione e vendita interessino un quantitativo superiore ai 10 chilogrammi.

Per tale ragione, i finanzieri hanno proceduto alla denuncia di una persona, per il reato di contrabbando e vendita di generi di monopolio senza autorizzazione, alla segnalazione di due rivenditori all’Agenzia delle dogane e dei monopoli per l’applicazione di sanzioni amministrative fino ad un massimo di 450 mila euro e alla sospensione della licenza di due esercizi commerciali per un periodo non inferiore a 5 giorni e non superiore ad un mese.

Nascondeva un panetto di hashish negli slip, arrestato

Un 25enne di Cirò Marina (Kr) è stato arrestato dalla polizia a Crotone.

In particolare, il giovane è stato sottoposto a controllo ad un posto di blocco, mentre viaggiava in auto in compagnia di un amico. E’ seguita una perquisizione personale, durante la quale negli slip dell’indagato è stato rinvenuto un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi. Inoltre, il conducente dell’autovettura, un 37enne di Cirò Marina, è stato trovato in possesso di un grammo di cocaina nascosto in un calzino e pertanto è stato segnalato al prefetto in qualità di assuntore.

Per il 25enne, invece, è scattata la denuncia in stato di arresto, per il reato di detenzione di sostanza stupefacente.

  • Published in Cronaca

Sequestro di marjuana e cocaina, due denunce

Gli agenti della Questura di Crotone, con il supporto dei colleghi del Reparto prevenzione crimine di Cosenza, hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio che ha permesso di sottoporre a controllo 149 persone e 87 veicoli. 

Nel corso dell’attività sono state denunciate tre persone, due delle quali per detenzione di droga. In particolare, due crotonesi, fermati mentre viaggiavano in auto, sono stati trovati in possesso di un involucro contenente 10 grammi di marjuana e un grammo di cocaina. Un 40enne, invece, è stato denunciato per danneggiamento, in quanto sorpreso a dare fuoco ad un cassonetto dei rifiuti nel quartiere Tufolo.

Infine, i poliziotti hanno segnalato al prefetto un uomo trovato nel quartiere Acquabona della città pitagorica, con due grammi di cocaina.     

  • Published in Cronaca

Cerca di liberarsi dell'eroina scaricandola in bagno, arrestato

E’ stato sorpreso mentre cercava di liberarsi dell’eroina.

E’ successo a Crotone, dove i carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento di N.V., 54 anni, del luogo. Una volta nell’abitazione, i militari hanno trovato l'indagato intento a scaricare in bagno un sacchetto di plastica. A quel punto, gli uomini dell’Arma hanno raggiunto il pozzetto dello scarico fognario, trovandovi un involucro con all’interno 18 grammi di eroina.

Inevitabile quindi l’arresto del 54enne che, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito nella casa circondariale della città pitagorica.

  • Published in Cronaca

Perseguita l’ex moglie, misura cautelare per un 61enne

La Squadra mobile di Crotone ha sottoposto un 61enne del luogo alla misura cautelare del divieto di avvicinamento all’ex moglie, alla sua abitazione e a tutti i luoghi frequentati, con divieto di comunicare con lei con qualsiasi mezzo, anche informatico.

Il provvedimento cautelare è stato emesso a seguito dei fatti denunciati dalla donna, la quale ha riferito di essere stata oggetto per mesi di atti persecutori da parte dell’ex marito, ricevendo insulti, minacce e continue molestie da parte del suo ex che non voleva rassegnarsi alla fine della loro relazione.

In varie occasioni l’uomo l’avrebbe anche pedinata e seguita nei suoi spostamenti verso il luogo di lavoro e verso casa, arrivando anche a danneggiarne l’automobile, provocandole così un forte stato di ansia e paura.

Pertanto, la Procura della Repubblica di Crotone, accogliendo le risultanze dell’attività investigativa, ha avanzato richiesta di misura cautelare al gip del locale Tribunale, che ha emesso la misura del divieto di avvicinamento e di comunicazione con la persona offesa, immediatamente notificata all’uomo che risulta, quindi, indagato per atti persecutori e danneggiamento aggravato.

  • Published in Cronaca

Tenta di uccidere il fratello a colpi di pistola, 36enne arrestato insieme alla convivente

I carabinieri della Compagnia di Crotone hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale pitagorico su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di G.G. e M.S., di 36 e 31 anni, accusati rispettivamente di tentato omicidio aggravato e detenzione illegale di armi.

In particolare, il 36enne è ritenuto responsabile del tentato omicidio avvenuto lo scorso 16 gennaio, in un’azienda agricola situata nelle campagne tra Cutro e Isola di Capo Rizzuto.

Intervenuti su richiesta della vittima che aveva affermato di essere stata ferita per mano di uno sconosciuto da colpi d’arma da fuoco, i militari hanno avviato le indagini dalle quali è emerso un quadro totalmente differente.

Gli uomini dell’Arma hanno, quindi, concentrato l’attenzione sull’ambiente familiare, giungendo a ipotizzare il coinvolgimento del fratello della vittima. Per gli investigatori, infatti, i due fratelli avrebbero iniziato a discutere per motivi economici, fino a quando l’indagato avrebbe esploso sei colpi di pistola a distanza ravvicinata, il primo ad altezza d’uomo e i successivi più in basso, uno dei quali ha colpito la vittima alla gamba mentre cercava rifugio in una stalla. Ad evitare conseguenze più gravi sarebbe stato l’inceppamento dell’arma, non rinvenuta nell’immediatezza dell’accaduto grazie al presunto supporto della convivente dell’arrestato, che proprio per questo motivo è stata arrestata. Nelle fasi esecutive della misura, la pistola è stata rinvenuta in una zona rurale. Gli arrestati sono stati quindi tradotti presso le case circondariali di Crotone e Castrovillari.

Auto si schianta contro un muretto, due feriti

Due persone sono rimaste ferite in un incidente stradale verificatosi intorno alle 11 di oggi sulla Ss 106, all’altezza dello svincolo di località Fratelli Bandiera, in provincia di Crotone.

I malcapitati viaggiavano a bordo di una Fiat Punto finita, per cause in corso d’accertamento, contro un muretto posto a bordo strada.

Entrambi i feriti, una volta estratti dall'abitacolo dai vigili del fuoco, sono stati trasferiti in ospedale dai sanitari del 118.

Sul posto sono intervenuti anche guardia di finanza e carabinieri

Subscribe to this RSS feed