Redazione

Redazione

Website URL:

Accusato di aver abusato della figlia minore, uomo in manette nel Vibonese

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale vibonese, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un uomo sospettato di aver commesso quotidiane violenze fisiche, psicologiche e sessuali nei confronti della figlia minore, dalla tenera età di 5 anni sino ad oggi, quando ha compiuto 14 anni.

Si tratta dell’epilogo di complesse indagini scaturite dalla straordinaria forza che la minore ha dimostrato nel denunciare prima alla madre, e poi alla polizia, venendo immediatamente ascoltata dagli investigatori insieme ad esperti di psichiatria infantile per ricostruire, non senza difficoltà e sofferenza le presunte violenze subite. Sin da subito, una volta compresa la condizione di grave pericolo in cui di sarebbe trovata la minore, al fine di sottrarla ai presunti abusi, è stata collocata in una località protetta.

Successivamente le indagini sono state allargate, fino a ricostruire tutto il periodo raccontato dalla presunta vittima degli abusi; dapprima tramite l’escussione di molti testimoni che nel tempo avrebbero raccolto tracce della complessa condizione in cui si sarebbe trovata la minore, e poi grazie alla intensa e costante collaborazione con il Servizio per la cooperazione internazionale di polizia (Scip) del Dipartimento della ps che ha permesso di attivare un'efficace cooperazione nelle indagini con le forze di polizia di uno Stato estero dove l’indagato, cittadino italiano, aveva dimorato a lungo prima di fare rientro sul territorio nazionale.

 

Rinvenuto in uno sfasciacarrozze uno dei due autocompattatori rubati nel Reggino

È iniziato come un controllo di routine per contrastare la piaga del lavoro irregolare, quello effettuato ieri dai carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro (Rc) all’interno di un’impresa di autodemolizioni del posto, ma ad attirare l’attenzione dei militari è stato un autocarro Iveco Daily che, dagli accertamenti su targa e telaio, è risultato essere uno dei due compattatori rubati dall’isola ecologica di Polistena lo scorso 20 agosto.

Quella notte, tre soggetti si erano introdotti all’interno del  piazzale del centro di raccolta dei rifiuti lungo la strada provinciale Polistena-Melicucco e, incuranti del sistema di videosorveglianza, avevano reciso i lucchetti del cancello principale e avevano asportato i due mezzi comunali.

Immediatamente è scattato il deferimento a piede libero per il 54enne che gestisce lo sfasciacarrozze all’interno del quale è stato trovato l’autocompattatore oggetto di furto, che nell’immediatezza non ha saputo fornire una circostanziata spiegazione che giustificasse il possesso del veicolo. È stato quindi segnalato per il reato di ricettazione.

I carabinieri hanno quindi restituito l’autocompattatore al comune di Polistena e il veicolo potrà presto riprendere il regolare servizio di raccolta rifiuti in favore della cittadinanza. Proseguono ora le indagini per individuare gli autori del furto e recuperare l’altro compattatore rubato.

Auto in fiamme nella notte, indagano i carabinieri

Un’auto è andata in fumo intorno alle 4.30 della notte scorsa nel centro storico di Vallefiorita, nel Catanzarese.

Le fiamme, che hanno creato non poca apprensione tra gli abitanti della zona, hanno distrutto una Hyundai parcheggiata in prossimità dell'abitazione del proprietario.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento volontario di Girifalco che hanno domato il rogo.

Sull’accaduto indagano i carabinieri della Stazione di Squillace. Al momento non si esclude alcuna ipotesi.

Stefanaconi, celebrata dopo oltre vent’anni la festa del Ringraziamento degli agricoltori a

Torna dopo oltre vent’anni di assenza la festa del Ringraziamento degli agricoltori a Stefanaconi. Un evento molto partecipato dalla comunità che ha visto una nutrita presenza di agricoltori e allevatori del posto.  Presenti gli amministratori comunali ed in veste istituzionale, il presidente della Provincia di Vibo, nonché sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, ed il vicesindaco Emanuele Franzè, a cui è toccato indossare per l’occasione la fascia tricolore.

È stata una festa semplice e bella, che ha avuto un suo primo momento solenne nella Santa Messa. Don Maurizio Raniti che ha celebrato nella Chiesa Matrice ha voluto lanciare un messaggio ai presenti: «Agricoltori e allevatori – ha affermato nella sua omelia – aiutateci ad essere ancorati alla nostra terra, da cui nasce l’umiltà» esortando tutti a «coltivare il seme della legalità. Chi lavora la terra – ha aggiunto – ha bisogno di guardare il cielo, che è abitato dallo stesso amore che ha creato la terra e che la sostiene, come fanno anche gli agricoltori con il loro lavoro».

Altro momento significativo, prima della benedizione finale dei trattori davanti al sagrato della Chiesa, è stata la benedizione dei prodotti dell'agricoltura stefanaconese, portati in offertorio. L’evento si è concluso con la simbolica piantumazione di un albero di ulivo benedetto all’interno di Villa Elena e con la degustazione dei prodotti tipici e caseari offerti dai produttori locali. Una bella giornata dal forte significato simbolico, così è stata definita dal presidente Solano, il quale ha voluto rimarcare l’importanza che riveste dal punto di vista storico e qualitativo l’agroalimentare nelle diverse realtà della provincia di Vibo Valentia.

Soffermandosi sull’iniziativa di Stefanaconi ha voluto ringraziare personalmente i promotori di questa iniziativa. «La vostra sensibilità che si tramuta in dignità per il lavoro che quotidianamente svolgete - ha detto -, non può che arricchire la nostra comunità non solo dal punto di vista economico ma, soprattutto, è apprezzabile per il grande esempio che tramandate alle nuove generazioni».

Non è mancato, infine, l’impegno dell’Amministrazione comunale di Stefanaconi a voler rendere questa giornata un appuntamento annuale e di lavorare per dare risposte sempre più efficienti al settore agricolo.

Subscribe to this RSS feed