Regione Calabria, Occhiuto azzera i dipartimenti: decaduti i direttori generali

"Ho firmato! Tutti i direttori generali e 42 dirigenti di seconda fascia sono decaduti.
 
Manterranno la reggenza temporanea nei Dipartimenti e nei relativi settori, successivamente saranno indicati coloro che guideranno i Dipartimenti per i prossimi anni, durante la mia presidenza.
Ci sono risorse che vanno motivate e valorizzate, e in questi mesi valuteremo l’operato di tutte le figure professionali della Regione, per poi decidere in merito all’organigramma e alle nuove posizioni apicali.
 
Ci attendono mesi ed anni estremamente impegnativi, e le sfide che abbiamo davanti vanno combattute con determinazione, senza tentennamenti, e avendo una struttura burocratica in grado di supportare al meglio l’azione del governo regionale".
 
E' quanto scrive in una nota, il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

 

  • Published in Politica

Roberto Occhiuto nominato Commissario della Sanità calabrese

"Questo pomeriggio sono stato a Palazzo Chigi, ed è arrivato il primo importante frutto del lavoro svolto nelle ultime settimane: il Consiglio dei ministri ha deciso di nominarmi commissario per la sanità in Calabria.
 
 Dopo oltre un decennio la gestione di questo delicato settore torna, così, ai calabresi.
 
Avevo preso un solenne impegno con i cittadini in campagna elettorale: questo obiettivo è stato raggiunto già con il primo Cdm dopo la mia proclamazione a presidente.
 
Ringrazio il premier Draghi - al quale ho chiesto un incontro per approfondire i temi che riguardano la Calabria -, il ministro dell’Economia Franco e quello della Salute Speranza, e ringrazio il commissario uscente Longo.
 
Da domani sarò, dunque, impegnato anche su questo delicato fronte, e sulla riforma della sanità si misurerà il successo o meno del mio governo regionale. 
 
Chiederò all’esecutivo nazionale di adoperarsi per dare attuazione alla sentenza della Corte costituzionale proprio sul commissariamento della sanità in Calabria, affinché il commissario possa essere coadiuvato da esperti selezionati da lui stesso e dal governo. 
 
La sfida sulla sanità la dobbiamo vincere, e se ci sarà un vero gioco di squadra sarà meno arduo primeggiare in questa difficile partita. 
 
Io sono pronto a giocare in attacco, per far voltare definitivamente pagina alla Regione, per consentire ai calabresi di avere finalmente i servizi e l’assistenza che meritano. 
 
Ci vorrà un po' di tempo, ma ci riusciremo".
 
Lo dichiara in nota il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

 

  • Published in Politica

Serra: Il Pd perde voti ma rimane il primo partito. Crolla la Lega, cresce FI

Il nuovo governatore della Calabria trionfa  anche a Serra San Bruno,  dove conquista 1.363 preferenze e stacca di oltre 300 voti  la candidata del centrosinistra Amalia Bruni (1.039). Terza piazza per l’ex governatore Mario Oliverio che, trascinato dalla presenza in lista dell’ex parlamentare serrese Bruno Censore, raccoglie 412 consensi. Solo le briciole, invece, per la coalizione guidata da Luigi de Magistris, ferma a quota 240.

Per quanto riguarda i partiti, il più votato è il Pd che, con in lista il consigliere regionale serrese Luigi Tassone, conquista 819 preferenze a fronte delle 1096 della volta scorsa. Alle spalle dei Dem, Forza Italia che passa dai 202 voti del 2020 ai 511 di oggi. A seguire Oliverio Presidente per la Calabria( 412). Buona la performance di Coraggio Italia (305).

Deludente, invece, il risultato della Lega che dopo l’exploit del 2020 - quando aveva sfiorato le 700 preferenze - si ferma a quota 256.  

Tonfo anche per Fratelli d’Italia che, a fonte degli oltre 400 elettori conquistati nella precedente tornata - quando aveva in  lista l’ex sindaco serrese Bruno Rosi - questa volta non supera la soglia delle  cento preferenze.

Stabile il consenso del M5s che passa dai 112 voti della volta scorsa ai 106 di oggi.

Per vedere tutti i dati clicca qui.

Roberto Occhiuto è il nuovo governatore della Calabria

Roberto Occhiuto è il nuovo governatore della Calabria. Con il 54,49 per cento dei voti, l’esponente di Forza Italia ha sbaragliato il centrosinistra guidato da Amalia Bruni (27,66), la colazione dell’ex sindaco di Napoli, Luigi De  Magistris (15,15) e l’ex presidente della giunta regionale Mario Oliverio (1,7). 

Elezioni regionali, tappa calabrese per Giovanni Toti. Il leader di “Coraggio Italia” oggi sarà a Vibo Valentia e Crotone

Il cofondatore di “Coraggio Italia” Giovanni Toti è pronto a tornare in Calabria per sostenere la candidatura di Roberto Occhiuto a presidente di Regione. Dopo i due tour a metà luglio e fine agosto, Toti domani, venerdì 24 settembre, sarà tra Vibo Valentia e Crotone per le ultime battute della campagna elettorale, in vista delle votazioni il 3 e 4 ottobre. 
 
“Se cresce la Calabria, cresce anche l’Italia! Non è un semplice slogan per noi e non lo è per Roberto Occhiuto, il nostro candidato ma soprattutto la persona giusta per dare a questa terra la svolta che sta aspettando. Per governare una regione come la Calabria, in molte cose simile alla mia Liguria, è necessario avere una visione seria e un programma concreto per intervenire lì dove c’è stata per troppo tempo mala gestione e confusione. E i primi a chiederlo sono i cittadini, che già nei precedenti incontri hanno dimostrato un grande entusiasmo e un profondo bisogno di cambiamento. Penso per esempio alla sanità, al turismo, al settore marittimo, ai trasporti, alla logistica, alle imprese e al settore agricolo. Questa regione ha la possibilità di rinascere e deve essere pronta a coglierla al volo”, ha dichiarato Toti. 
 
Venerdì 24 settembre il primo appuntamento è a Vibo Valentia, alle ore 10.30, per una passeggiata su Corso Vittorio Emanuele III con successiva sosta al gazebo di “Coraggio Italia” allestito all’incrocio con Piazza Luigi Razza. 
Alle ore 11.30 poi, all’Hotel 501, è previsto un incontro con dirigenti, candidati, simpatizzanti ed elettori. 
 
Nel pomeriggio, invece, tappa a Crotone dalle ore 17.30 in Piazza della Resistenza. 
Poi, ore 18.30, dibattito pubblico al Circolo dei Cacciatori Subacquei, in via Poseidonia 3, sulla strada per Capocolonna. Anche all’evento pitagorico saranno presenti candidati, simpatizzanti, elettori e dirigenti.

 

  • Published in Politica

Verso le Regionali, Occhiuto vuole liste pulite: il plauso di Saccomanno (Lega)

"Grande soddisfazione della Lega per l’iniziativa dell’On. Roberto Occhiuto, candidato alla presidenza della Giunta Regionale per il centrodestra, tendente a garantire un serio controllo sulle liste elettorali, voluto fortemente dal partito di Salvini e sollecitato ripetutamente dal commissario regionale Saccomanno. La previsione del controllo preventivo delle liste da parte della Commissione parlamentare Antimafia consente la costruzione di un nuovo percorso che potrebbe rendere più libera la politica e la Calabria dalle lobby di potere e da quelle criminali. E’ noto a tutti che la ‘ndrangheta negli ultimi anni è riuscita ad inserirsi in tutti i gangli della società civile al fine di poter portare avanti i propri progetti di evidente malaffare. Quindi, una inclusione devastante nel tessuto sociale ed anche istituzionale che la politica finora non è riuscita a frenare. La battaglia portata avanti dal Commissario Saccomanno sin dal suo insediamento su tale problema fondamentale e per una nuova politica è stato accolto da tutta la coalizione del centrodestra ed è stato finalizzato con la proposta dell’On. Occhiuto e con quella avanzata anche dall’On. Ferro. Liste pulite che consentiranno una partecipazione massiccia delle persone per bene e che andrà a premiare sicuramente la meritocrazia e non più esponenti vicini alla ‘ndrangheta. Un vero sostanziale cambiamento che non solo potrà portare una ventata di novità, ma consentirà anche di cominciare ad affrontare i tantissimi problemi esistenti senza alcun condizionamento derivante da possibili appoggi al recepimento del consenso. Un centrodestra finalmente concreto e unito per una battaglia epocale".     

Così in una nota, il commissario regionale della Lega, Giacomo Francesco Saccomanno.

 

Primerano (Cambiamo): “Con Occhiuto per cambiare la Calabria”

Le parole di Roberto Occhiuto durante la conferenza stampa di Lamezia Terme sono state molto chiare. “Dobbiamo governare una regione – ha dichiarato il candidato alla Presidenza - fatta di tante risorse, voglio vedere i giovani rimanere in Calabria. Dobbiamo batterci per dimostrare che la Calabria è capace. Non lasciatemi solo, io ce la metterò tutta”.

All’iniziativa, in rappresentanza di “Cambiamo Reggio Calabria” era presente il vice coordinatore provinciale Sebastiano Primerano.

“Quella di Occhiuto – ha dichiarato Primerano -  è la migliore candidatura possibile, in un momento storico difficile, che richiede la massima sinergia nel centrodestra e, soprattutto, competenze specifiche per amministrare una regione che non può permettersi passi falsi.   Un calabrese, come lo stesso Occhiuto ha sottolineato di essere, che ha iniziato la sua carriera politica dal basso ed in modo graduale: da consigliere circoscrizionale e comunale di Cosenza, fino a diventare consigliere regionale e parlamentare della Repubblica. Una crescita personale chiaramente legata al territorio che ha saputo sempre degnamente rappresentare, ascoltando i cittadini e i problemi. Per la Locride e per tutta la provincia di Reggio Calabria, la sua elezione a presidente della Regione potrebbe rappresentare quella svolta tanto attesa, che aspettiamo da tanto, troppo tempo! Un cambiamento, che è nella visione di una ripartenza, che non possiamo più chiamare “futuro”, bensì presente”.

“In un’area come la Locride – continua Primerano - dove la sanità crolla a pezzi, non solo in senso figurativo, vista la vicenda del pronto soccorso, i rubinetti rimangono a secco per carenze idriche, i collegamenti sono una chimera da anni, c’è bisogno di un cambiamento. I cittadini sono, ormai, scoraggiati dalla politica, disinteressati e, talvolta, semplici vittime di una classe dirigente che sembra non amare il territorio”.

“Oggi come Cambiamo la Calabria - conclude il vice coordinatore - stiamo lavorando per un programma regionale di governo da presentare a tutta la coalizione del centrodestra, con punti su cui verrà focalizzato l’intervento e che avranno un unico asse portante.  Ringrazio il coordinatore regionale Bevilacqua e il coordinatore provinciale Anghelone per il lavoro che quotidianamente svolgono per un movimento politico che cresce ogni giorno. Dopo quello di Siderno, proprio in questi giorni altri circoli nella Locride vedranno la luce, convinti che la presenza sul territorio sia l’unica strada per rappresentare i cittadini”.

Cosenza, Forza Italia ripristina il cordinamento a tre

"La coordinatrice regionale di Forza Italia Jole Santelli, d'intesa con il vice Roberto Occhiuto, ha provveduto a ripristinare il coordinamento a tre per la provincia di Cosenza.

In un'ottica di riorganizzazione territoriale del partito, oltre a Luigi De Rose, coordinatore regionale dei giovani di Forza Italia, confermato visto l'importante lavoro sin qui svolto, si aggiungono Antonio De Caprio, sindaco di Orsomarso e Carmelo Salerno, consigliere comunale di Cosenza oltre che coordinatore  cittadino.

"Esprimiamo viva soddisfazione e grande senso di responsabilità - affermano i componenti del coordinamento - e lavoreremo nella prospettiva, già delineata dal coordinamento regionale, del pieno coinvolgimento del territorio al fine di recepire ed interpretare le reali aspettative ed esigenze".

 

  • Published in Politica
Subscribe to this RSS feed